headerarticle28

La Pubblica Amministrazione si troverà a breve coinvolta nel cambiamento previsto dal Quarto Piano d’Azione per l’Open Government 2019-2021. Il piano prevede, infatti, dieci azioni concrete da portare a termine nei prossimi due anni: tutte pensate per migliorare i servizi e il rapporto di fiducia con imprese e cittadini.

I principi su cui si basa l’Open Government, in particolare, sono trasparenza, cittadinanza digitale, partecipazione dei cittadini e accountability. Attraverso questi concetti, applicati alle azioni concrete previste dal Piano, il Governo e le Pubbliche Amministrazioni saranno più sempre più reattivi, efficienti ed equi, mettendo al centro le reali esigenze degli utenti.

La PA italiana, dunque, potrà avere processi più accessibili ai cittadini: verrà ridotta la necessità di recarsi fisicamente agli uffici pubblici, a favore di un accesso in modalità digitale. Ciò che viene richiesto, in questo caso, è una identità digitale univoca, uno strumento che unisca efficacemente quelli attualmente esistenti (tra cui posta certificata, account Inps, carta d’identità elettronica).

I primi passi verso questi processi di semplificazione e digitalizzazione della Pubblica Amministrazione verranno fatti a maggio, con la pubblicazione della versione definitiva del Piano. Da giugno, invece, saranno avviate le dieci azioni attraverso il pieno coinvolgimento della società civile e dei cittadini.

Per maggiori informazioni sugli argomenti di questo articolo potete contattate lo 011 2404211 o scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.